Distretto della pelle

Author: admin

Coronavirus. Il Distretto ha chiesto al Governo di organizzare urgentemente la ripresa delle attività

 

Il Presidente del Consiglio del Distretto Riccardo Boschetti, in data 10 aprile 2020, ha scritto una lettera al Presidente Conte e ai Ministri Gualtieri, Speranza e Patuanelli, al Presidente della Regione Zaia e all’Assessore Regionale Marcato segnalando l’assoluta necessità di una decisione rapida relativa al comparto, sospeso dal 25 marzo per le restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria.
Il Distretto della Pelle, infatti, è in prima linea a tutela delle proprie imprese e delle migliaia di addetti del settore, muovendosi verso tutte le diverse istituzioni, in accordo con le principali associazioni di categoria.

Le aziende della filiera hanno garantito il massimo impegno per la sicurezza del proprio capitale umano, molte hanno già sottoscritto una convenzione specifica Covid-19 con un Fondo Sanitario per dare copertura a tutti i dipendenti e sono pronte a mettere in atto tutte le prescrizioni che verranno decise dalle autorità competenti.
Ma servono risposte chiare e rapide, per poter riaprire subito, anche gradualmente, la filiera, per non perdere mercati, clienti, fornitori e non innescare una crisi generale che potrebbe segnare l’intero territorio e portare alla perdita di centinaia di posti di lavoro.

La filiera della pelle è fondamentale anche per le attività di smaltimento dei sottoprodotti delle lavorazioni animali, oltre che della filiera della moda; situazioni che non consentono una chiusura prolungata e che richiedono una decisione rapida, per poter ripartire in totale sicurezza.
In tal senso, molte aziende si stanno anche attivando con le comunicazioni alla Prefettura per avviare alcune attività conservative di pelli, indispensabili per prevenire rischi di natura igienica o ambientale per le evidenti difficoltà di stoccaggio.
A tal riguardo, il Distretto sta lavorando per sostenere tali richieste, in modo da non pregiudicare una parte importante dell’attività della filiera, come d’altronde stanno facendo anche alcune istituzioni territoriali.
In particolare, il Sindaco di Arzignano ha scritto formalmente al Prefetto per sostenere queste richieste.

Formazione e sostenibilità, l’Università di Padova visita le eccellenze produttive del Distretto

Giovedì il primo di una serie di tour nell’ambito della collaborazione per il corso biennale Green Leather Manager in Villa Brusarosco ad Arzignano

Dalle prime lavorazioni della pelle grezza alle analisi di laboratorio sulla qualità del prodotto finale, passando per tutte le fasi della concia e della rifinitura.

Continue reading